I libri a cui abbiamo lavorato

I costruttori di ponti
di Tiziana Zita

Scavalcamenti di finestre, zappate in testa e incidenti di tutti i tipi erano all’ordine del giorno. Questo vuol dire essere molto giovani e avere molti figli. Avere l’abbonamento con l’ospedale. Quando mamma aveva trent’anni c’eravamo tutti e cinque e avevamo un pulmino Fiat 850.
Due genitori diversi come il giorno e la notte, cinque figli scatenati. Dall’unione tra gli opposti viene al mondo Matteo, voce narrante di questa storia.
Lei ci avrebbe preso a fucilate tutti quanti.
Lui aveva la capacità di rendere maestosa qualsiasi cosa.
Matteo attraversa i campi di cocomeri con la testa piena di domande. Lui e i suoi quattro fratelli viaggiano da soli per il mondo fin da piccoli, in quegli anni Settanta in cui – dalla musica alle visioni di Blake, dalla rivoluzione all’America – tutto esplode.

Per I costruttori di ponti, suo romanzo d’esordio, Tiziana Zita ha scelto il self publishing. Oltre all’ebook è stata pubblicata la versione cartacea. La cover è stata realizzata dall’illustratrice spagnola Violeta Lopiz. Il libro è acquistabile su Amazon e tutte le librerie online.

Notturno
di Mariza Bafile

Può una donna uscire dal tunnel delle sue paure, delle sue insicurezze, può spezzare i legami di una vita intessuta sulla dipendenza e la violenza? È la sfida che dovrà affrontare Isabel in questo romanzo di Mariza Bafile.  Un po’ italiana, un po’ venezuelana, Isabel scopre la sessualità dopo i quarant’anni e ne resta travolta. Gestire un corpo che si sveglia alla vita sembra quasi impossibile. E allora non sarà forse più facile morire? Notturno è un romanzo inquietante in cui la magia latinoamericana diventa quotidianità e la diversità un’ancora di salvezza.

Nata a Caracas, Mariza Bafile è giornalista e scrittrice. Nel 2014 ha fondato, a New York, insieme a Flavia Romani, la rivista online ViceVersa Magazine di cui è direttrice. È vicedirettrice de La Voce d’Italia, ha collaborato con Rai International e varie testate italiane e venezuelane. Nel 2006 è stata eletta deputato (Pd). Ha curato il libro Passaporto Verde; ha scritto il romanzo Memorias de la inconformidad insieme a Enrique Bravo, e il racconto “Anche i tordi emigrano” nella raccolta “Premio Pietro Conti”. Ha tradotto in italiano Ricordati lo scorpione di Isaac Goldemberg.

L’accoglienza delle persone migranti
di Tiziana Grassi

Interpretare i profondi mutamenti socio-culturali in atto attraverso il confronto tra diverse discipline e punti di osservazione, è forse l’unica via per evitare le attuali miopie su fenomeni epocali. In questo volume, si racconta quell’Italia invisibile e reale, viva e solidale, che non ha mai smesso di essere dalla parte delle persone e dei diritti umani. L’Italia che coltiva la socialità rendendola pratica quotidiana nella sobrietà di gesti semplici e intraprendenti che includono e uniscono. Quella che riconosce i valori essenziali che restituiscono all’essere umano tutta la sua centralità.

Tiziana Grassi è giornalista, ricercatrice e studiosa di migrazioni, è stata autrice di programmi per Rai International e consulente per Rai Uno. Oltre a L’accoglienza delle persone migranti, ha pubblicato numerosi volumi di interviste e saggistica, tra cui ricordiamo: Dicono di Roma. 50 interviste per il terzo millennio e il Dizionario enciclopedico delle migrazioni italiane nel mondo.

Lost in Murakami
a cura di Tiziana Zita

“Quando ho pensato di formare un gruppo di lettura e ho iniziato il mio reclutamento tra amici e colleghi” dice Tiziana Zita “Murakami si è imposto come uno degli scrittori più interessanti ed enigmatici”. Ci troviamo in The dark side of the moon, tra due lune di carta, quelle che rischiarano le pagine di 1Q84 e stiamo quasi affogando nel mare di citazioni. Questi Dialoghi sono un tentativo di interpretazione della complessità dello scrittore giapponesse. Il gruppo di lettura su Murakami è un’iniziativa di Tiziana Zita e del suo giornale online Cronache Letterarie.

Il web ha resto possibili nuovi modi di fruizione e condivisione del libro. Gruppi di lettori sui social si scambiano informazioni e opinioni, condividono passioni letterarie con migliaia di iscritti. Anche i gruppi di lettura reali prosperano un po’ dovunque. Lost in Murakami, pubblicato dall’editore digitale Homeless Book, è frutto di questa esperienza dei gruppi di lettura.

Orgasmo cosmico
di Giovanna Chiarilli

Una girandola di sentimenti universali racchiusi nei pochi metri quadrati di un pub. Innamoramenti rincorsi, sognati, sbagliati, imprevedibili, mancati ed infinite discussioni condite da insolite tesi, come quella che i tradimenti fanno bene all’amore, o che la proprietà transitiva può funzionare anche per i sentimenti, o che gli uomini sono come le scarpe, “c’è sempre un motivo per cui ti fanno male”, o che “non è il sesso la maledizione della vita, ma l’amore”… che diventa l’assioma di questa commedia.

Giovanna Chiarilli è giornalista, sceneggiatrice e autrice televisiva. Da questo divertente racconto che è Orgasmo cosmico è stata tratta la commedia Attrazioni cosmiche – con adattamento e regia di Marco Cavallaro – che è stata rappresentata in numerose città italiane tra cui Roma, Torino, Catania, Firenze, Milano, Palermo.

Taranto all’appuntamento con il futuro
di Tiziana Grassi

Al centro dei processi di trasformazione in corso, quali sono le forze in campo e le prospettive di sviluppo di Taranto, città abbracciata da due mari, ideale porto d’Europa?
Questo volume multimediale, nasce dall’urgenza di adottare la lente del “bello”. E’ il racconto corale e partecipato di una città in fermento che non può e non vuole prescindere dal legame con il mare ed è pronta a vivificarlo nella sua relazione fondante quanto prospettica. Perché il mare è e sarà la fonte della rinascita di Taranto, proiettata verso una ritrovata vocazione internazionale, pronta per essere incubatrice di buone pratiche, antico e nuovo riferimento del Mediterraneo.

Tiziana Grassi è giornalista, ricercatrice e studiosa di migrazioni, è stata autrice di programmi per Rai International e consulente per Rai Uno. Oltre a L’accoglienza delle persone migranti, ha pubblicato numerosi volumi di interviste e saggistica, tra cui ricordiamo: Dicono di Roma. 50 interviste per il terzo millennio e il Dizionario enciclopedico delle migrazioni italiane nel mondo.

L’eclissi dello sguardo
di Aldo Carotenuto

La morte, quell’assenza destinata a durare e al cui cospetto non resta che un inerme silenzio, trova la sua voce in questo saggio dove viene ritratta nei suoi mille volti attraverso un’attenta indagine psicanalitica che tocca i temi scottanti della nostra epoca: eutanasia, suicidio, solitudine del morente, oblio e perdita di significato dei rituali legati alla celebrazione del lutto.
L’autore sembra rispondere, con provocazione, all’interrogativo sul senso della vita prima ancora che su quello della morte, in ragione del fatto che ‘il problema veramente cruciale non è chiedersi perché qualcuno si suicida, bensì perché non dovrebbe farlo’.
Analizzando le risposte che la religione, la filosofia, la scienza e la psicanalisi ci offrono, Aldo Carotenuto ci guida proprio laddove lo sguardo della ragione abitualmente si eclissa: davanti al mistero della sofferenza umana.

Aldo Carotenuto è stato psicoanalista e uno dei maggiori studiosi del pensiero di Jung. Ha insegnato Psicologia della Personalità e delle Differenze Individuali all’Università di Roma e pubblicato numerosi saggi, tradotti in diverse lingue.

Vivere la distanza
di Aldo Carotenuto

In questo saggio Carotenuto descrive i temi della solitudine, dell’incomunicabilità e del disagio di vivere, in un mondo in cui apparire è ormai l’impegno comune.
Il coraggio di vivere implica la consapevolezza della propria diversità e dell’incolmabile distanza che ci separa dall’altro, ma che ci rende unici. Il saggio si propone di offrire al lettore una sempre più approfondita conoscenza delle contraddizioni nelle quali viviamo, cosicché il dolore e la disperazione possano trasformarsi in materia creativa.

Aldo Carotenuto è stato psicoanalista e uno dei maggiori studiosi del pensiero di Jung. Ha insegnato Psicologia della Personalità e delle Differenze Individuali all’Università di Roma e pubblicato numerosi saggi, tradotti in diverse lingue.

Roma, vocazione all’accoglienza e senso di comunità dalla storia al contemporaneo
di Tiziana Grassi e Gian Matteo Sabatino

Vitalissimo intreccio di universi identitari che da millenni ne caratterizzano la vocazione all’accoglienza, Roma è divenuta modello virtuoso, sebbene complesso, di convivenza cosmopolita e multiculturale. Attraverso l’incontro fecondo tra valori comuni e valori diversi, la Città Eterna esprime la più matura e paradigmatica sintesi tra universalismo e coesistenza pacifica delle differenze. Sintesi tanto più necessaria oggi, vista la stretta interdipendenza tra tutti i popoli della Terra.

Tiziana Grassi è giornalista, ricercatrice e studiosa di migrazioni, è stata autrice di programmi per Rai International e consulente per Rai Uno. Oltre a L’accoglienza delle persone migranti, ha pubblicato numerosi volumi di interviste e saggistica.

Gian Matteo Sabatino è docente della Scuola di Lingua e Cultura italiana, membro del Coordinamento migranti della Comunità di Sant’Egidio di Roma. Autore di numerosi scritti su scuola, disabilità e integrazione. Tra le sue pubblicazioni Tutti a scuola. La presenza degli stranieri e il ruolo di inclusione della scuola italiana e Tutti a scuola. Lo ius culturae e l’inclusione degli studenti stranieri.

L'acquario. Editing.Cronache Letterarie

L’acquario
di Gabriella Bosco

Dopo tanti anni passati insieme, il matrimonio di Katia ed Eddy sembra giunto al capolinea. Katia si trasferisce in un villino liberty di inizio Novecento che acquista all’asta su suggerimento del marito. In breve tempo si instaura tra la donna e la casa un dialogo misterioso. La casa richiede la sua presenza, la sua attenzione e si rivela piena di sorprendenti stranezze: un tasto nell’interruttore della luce che prima non c’era, le borchie delle scale che saltano all’improvviso… Katia teme che ci sia qualcuno che entra ed esce dall’abitazione in sua assenza. Quel luogo all’apparenza molto accogliente, invece si rivelerà tutto il contrario. Katia comincerà a indagare sull’origine e la storia della casa, lasciandosi sommergere dal suo mistero.

Gabriella Bosco vive e lavora a Roma. Per Serarcangeli ha pubblicato Le parole non dette (2007). Ha inoltre pubblicato articoli e racconti su alcune riviste. L’acquario, edito da Scatole Parlanti, è un libro di genere dark fantasy ed è il suo primo romanzo.

Taranto
di Tiziana Grassi

Gli occhi di Tiziana Grassi sono quelli di un gabbiano che sorvola il Golfo di Taranto. Sono come gli occhi di un bambino che ammira la forza del mare, ne ascolta i suoi suoni e ne percepisce gli odori per la prima volta. Ma al tempo stesso sono gli occhi di una madre orgogliosa di suo figlio che, seppur ferito dalle vicende della vita travagliata, si rialza per ottenere un futuro diverso.

Intorno alla nascita di Taranto si raccontano leggende meravigliose. Si narra che siano frutto dell’immaginazione dei Greci che volevano avallare l’origine divina della città e l’indole valorosa dei suoi fondatori.

In Taranto c’è il racconto del riscatto di una terra la cui storia è stata spesso travagliata, colma di pregiudizi, carica di contraddizioni sociali e culturali. Ma Taranto, con il suo mare, con i suoi ponti, con le sue isole è l’emblema di un popolo che non vuole arrendersi e che ha bisogno di una nuova grammatica che sappia mettere al centro le persone e le loro vite.

Tiziana Grassi è giornalista, ricercatrice e studiosa di migrazioni, è stata autrice di programmi per Rai International e consulente per Rai Uno. Oltre a L’accoglienza delle persone migranti, ha pubblicato numerosi volumi di interviste e saggistica.